Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Canada intende scusarsi con gli ebrei per quello che non ha adottato la «Saint Louis»

Il partito liberale del Canada, che è guidato dal primo ministro Justin Trudeau, intende scusarsi con gli ebrei per la decisione del governo canadese, che nel 1939 non è ammesso nel paese nave «Saint Louis», a bordo della quale si trovavano gli ebrei tedeschi, спасавшиеся dai nazisti.

Questo scrive il giovedì, 28 settembre, l’edizione di Global News.

Previsto, che Trudeau porterà scuse alla cerimonia di inaugurazione del monumento alle vittime dell’Olocausto, ma questo non è accaduto: il capo del governo ha dedicato il suo discorso ebrei rifugiati, che si stabilirono in Canada dopo la Seconda guerra mondiale, ma ha anche condannato l’odio e la tirannia.

Linea «Saint Louis» è conosciuto nel mondo come la nave su cui navigato «condannati» – gli ebrei tedeschi fuggiti dalla Germania. La nave è stata costruita a Brema in cantiere «Vulcano» per ordine di Amburgo Americano della compagnia di navigazione. Questo è il gasolio, la nave è stata pensata sia per viaggi transatlantici, e per la vacanza in crociera. La nave ha svolto regolari i voli da Amburgo a Halifax e a New York, e anche di crociera – nelle indie occidentali.

Dopo gli eventi della notte dei Cristalli tedesco ebrei è diventato evidente che dalla Germania è necessario andare il più velocemente possibile. Una delle poche possibilità di salvarsi è stata l’emigrazione negli Stati Uniti d’America, che hanno limitato l’accoglienza degli ebrei annuali per l’immigrazione delle quote. Le persone sono stati registrati nella cosiddetta lista d’attesa e viaggiato negli stati UNITI in ordine di arrivo. In condizioni di regime di hitler attesa nel giro di pochi anni o addirittura mesi autorizzazioni di check-out è stato equivale a morte.

Nel maggio 1939 circa novecento ebrei tedeschi hanno acquistato i biglietti per la nave «San Luis», il prossimo a Cuba – insieme con un permesso di soggiorno temporaneo, e pensato di attendere il loro turno per ricevere il visto americano.

Il biglietto costa caro, e molte famiglie potrebbero inviare all’estero solo a qualcuno solo per all’arrivo ha provato a prendere dalla Germania gli altri. Alcuni passeggeri ha colpito la nave direttamente dai campi di concentramento, dove per miracolo è riuscito a riscattare parenti.

L’economia cubana in quel momento si trovava in uno stato di depressione, di posti di lavoro non mancava, e in queste condizioni, xenofobe e antisemite umore è cresciuto – come sotto l’influenza di agenti tedeschi, e «grazie» attività Cubana del partito nazista. 8 maggio 1939 a l’Avana ha tenuto una massa di antisemita manifestazione, cui hanno partecipato circa 40.000 persone.

Nonostante questo, Manuel Benitez, presidente cubano immigrazione di controllo, approfittando esistenti ha la possibilità di emettere i soliti visti turistici, vendeva ai passeggeri «St. Louis» ad un prezzo gonfiato sotto la vista di permessi di soggiorno permanente, dopo aver raccolto più di mezzo milione di dollari.

Al momento della partenza «Saint Louis» dalla Germania questi visti già non avevano forza di legge, così come il presidente cubano Federico Laredo Brue, dopo aver appreso della frode di Benitez, ha approvato un emendamento alla legge, аннулировавшую emessi hanno visto. Ma né il gruppo, né i passeggeri non sapevano che vanno a Cuba con documenti non validi ancora prima di iniziare a nuotare.

L’america in questo momento … ho mollato le conseguenze della Grande depressione, gli abitanti forte era la paura della disoccupazione e la vista era l’idea che gli immigrati portano via il lavoro. E il presidente Franklin Roosevelt non aumentare quote di immigrazione – per paura di litigare con il Congresso.

Il 13 maggio 1939 «Saint Louis» è uscito Raggiungere il porto, con un tasso di Cuba – con 930 ebrei profughi a bordo. Il capitano di una nave Gustav Schroeder prima di iniziare il nuoto ha raccolto più di 200 membri del team e li avvertì che hanno bisogno di trattare con i rifugiati degnamente – allo stesso modo, come con tutti gli altri passeggeri di navi da crociera del volo. E, anche se non tutti i membri del team hanno condiviso punti di vista il capitano, i passeggeri «Saint Louis», dopo aver abbandonato la loro quota di privazioni e umiliazioni improvvisamente si sono trovati in un ambiente confortevole.

Durante il viaggio da hamburg compagnia di navigazione e con Cuba acciaio e inquietanti telegrammi controverso contenuto, in comune il cui significato sta nel fatto che la possibilità di sbarco a Cuba sotto minaccia.

Alla vigilia dell’arrivo a l’Avana Schroeder ha ricevuto un telegramma dal cubana compagnia di navigazione, che ha richiesto, per il «Saint Louis» non si avvicinava al molo, e divenne in rada nel porto dell’Avana.

Nessuno dei passeggeri non ha ottenuto il permesso di scendere a terra. Umore ansioso tra i rifugiati è aumentato, e non poteva sopportare di suspense, uno dei passeggeri si è tagliato i polsi e si gettò in mare. Salvato e, ironia della sorte, l’uomo è diventato uno dei pochi rifugiati, di cui successivamente è riuscito a rimanere a Cuba.

La nave si trovava per le strade di quattro giorni, durante i quali andavano intensi negoziati tra il presidente, Benitez, il governo cubano, i rappresentanti della compagnia di navigazione e american jewish organizzazione «Comune». L’importo che hanno richiesto le autorità cubane per fornire ai passeggeri «Saint Louis» di possibilità di scendere a terra – circa mezzo milione di dollari – il «Joint» non c’era, il presidente non ha voluto scendere a compromessi e alla fine ha interrotto le trattative.

1 giugno 1939, capitano «Saint Louis» ha ricevuto l’ordine di lasciare le acque territoriali di Cuba – in caso contrario, la nave sarebbe stato attaccato dalle forze cubano della marina militare. Fino al 6 giugno «Saint Louis» cerchiato vicino coste cubane, sperando di annullamento della decisione del presidente, ma questo non è accaduto. Gli stati Uniti intanto hanno riferito che non supererà quota di immigrazione, e il capitano ha preso la decisione di inviare la nave torna a Amburgo.

Dal punto di vista giuridico come la parte cubana e americana hanno agito correttamente, esattamente realizzare adottate in questi paesi le leggi. Ma, negando gli ebrei rifugiatisi in ricezione, sapevano che condannano la loro morte.

6 giugno 1939, «St. Louis»» è andato il viaggio di ritorno. Posizione sulla nave era disperata: la speranza di una nuova vita libera rimane l’unico e solo desiderio di evitare la morte immediata al suo ritorno in Germania. Solo all’ultimo momento «Джойнту» è riuscito a realizzare, per i passeggeri «Saint Louis» è stato permesso di scendere a terra in altri paesi europei: 287 uomo ha accettato di prendere il regno Unito, 224 – Francia, 214 – Belgio e 181 – Olanda.

17 giugno «Saint Louis» ormeggiata a Anversa, dove a terra fuori quelli che hanno preso il Belgio e l’Olanda, poi la nave lasciò i passeggeri in Francia e nel regno unito. Qualcuno dei rifugiati è riuscito a vivere da parenti o amici, la maggior parte delle persone hanno messo in campi di concentramento in appositi centri di assistenza, alloggio in cui è stato finanziato Джойнтом. Il 21 giugno 1939 «Saint Louis», sbarcato tutti i passeggeri, si diresse verso la porta di casa — Amburgo.

Nel maggio-giugno 1940, le truppe tedesche occuparono i paesi dell’Europa Occidentale, e i rifugiati con «Saint Louis» ha condiviso il destino gli ebrei locali. Dei passeggeri di questa nave l’Olocausto e la guerra è sopravvissuto solo circa 680 persone – 288 di sbarcarono in Inghilterra e circa la metà di quelli che si trovano in Europa continentale.

Canada intende scusarsi con gli ebrei per quello che non ha adottato la «Saint Louis» 28.09.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015