Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Decimo canale: in Israele agisce industria illegale importazione di lavoratori provenienti da Ucraina e Georgia

Martedì, 6 febbraio, il Decimo canale ITV, pubblica materiale su come in Israele guadagnare soldi su просителях asilo di Ucraina e Georgia. Nel 2016 in Israele sono arrivati circa 9 mila i cittadini di questi paesi, che hanno presentato richiesta di dare loro un rifugio.

Anat Guttman, il coordinatore di ordine pubblico nel Centro di rifugiati e migranti racconta: «lo Stato è impostato quota per il numero dei lavoratori nel settore delle costruzioni, dell’agricoltura, dei lavori di assistenza per gli anziani. Ma il sistema, che deve affrontare questo problema, non funziona. Quindi sono quelli che usano per portare illegalmente qui i lavoratori».

Secondo l’avvocato Томера Варши, si è verificato un intero settore, si occupa di importazione in Israele lavoratori della Georgia e dell’Ucraina. Loro aiutano a redigere le domande di asilo, coordinano il loro arrivo, trovano la loro datori di lavoro. Per tutto questo gli intermediari ottengono una discreta quantità di denaro. E tutto questo viene fatto per bypassare la politica migratoria di Israele.

Nel rapporto del Centro per rifugiati e migranti detto di israeliani agenzie di personale, che si stanno diffondendo nei paesi dell’esodo degli stranieri false informazioni circa la possibilità di occupazione legale in Israele.

Dopo aver appreso di questo fenomeno, il MINISTERO dell’interno ha emesso nuove regole, che permettono in modo accelerato rifiutare le domande di asilo presentate da cittadini della Georgia e dell’Ucraina. Tuttavia, come osserva l’avvocato Tomer Варша, persona, si sono impegnati in questo settore, ha trovato una soluzione. Hanno appena ha cominciato a dare i lavoratori stranieri visti. Per chi arriva con tale visto, rischia non solo la detenzione e la deportazione, ma anche un procedimento penale in Israele.

Il richiedente asilo provenienti da Ucraina, il cui nome non è stato chiamato, ha detto che la gente ha pagato per 300-800 di dollari per i documenti, che presumibilmente permetterà loro di entrare in Israele. Tuttavia, i documenti erano falsi, e quando la gente veniva in Israele, non li ha fatti entrare nel paese.

Nel dipartimento del ministero della giustizia di coordinamento per la lotta alla tratta di esseri umani hanno confermato che la loro conoscenza sul problema dell’importazione dei lavoratori di Ucraina e Georgia. Il dipartimento ha espresso preoccupazione per la diffusione di questo fenomeno e ha assicurato che tutto è fatto per fermarlo. La polizia sostiene, inoltre, che si occupa di questo problema.

— Discutere nella pagina di blog.libero.co.il a Facebook

Decimo canale: in Israele agisce industria illegale importazione di lavoratori provenienti da Ucraina e Georgia 06.02.2018

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015