Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Dichiarazione di Trump sul riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele. Rassegna stampa di tel aviv. Giovedì 7 dicembre

Al centro dell’attenzione di MEDIA israeliani giovedì, 7 dicembre, la dichiarazione del presidente degli stati UNITI Donald Trump sul riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele e la reazione dei palestinesi e la comunità internazionale a questa dichiarazione.

«Yedioth Ahronoth»: Non dimenticherò Gerusalemme

«Haaretz»: la Procura chiede un anno di carcere per l’avvocato per quello che ha scritto una canzone contro la polizia

«Yisrael e-Yom»: Hania minaccia: ha aperto la porta dell’inferno

«Maariv e-Шавуа»: il Capo del governo Britannico Theresa May: la città deve essere la capitale di due stati

«Yedioth Ahronoth»: Non dimenticherò Gerusalemme

«Yedioth Ahronoth» pubblica la dichiarazione del presidente degli stati UNITI Donald Trump sul riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele. Trump ha delineato questo processo come parte della sua strategia di politica estera degli stati UNITI.

Ha annunciato l’intenzione di spostare l’ambasciata degli stati UNITI in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme e ha sottolineato che, a differenza dei suoi predecessori, egli manterrà la sua parola. Tuttavia, Trump non ha specificato esattamente quando e in che modo questo sarà fatto. Ha anche detto nulla circa i confini della città, in questo modo ha lasciato un vuoto nei futuri negoziati di pace.

«Haaretz»: la Procura chiede un anno di carcere per l’avvocato per quello che ha scritto una canzone contro la polizia

Il corrispondente di «Haaretz» Ревиталь Ховель scrive che mercoledì, 6 dicembre, la procura ha chiesto il giudice a Tel Aviv condannare a un anno di carcere avvocato Barack Cohen per gli insulti del pubblico dipendente e la creazione di ostacoli polizia.

Cohen è stato riconosciuto colpevole di questi crimini dopo aver pubblicato una canzone contro la polizia di Alona Хамдани. La procura ha chiesto anche di porre a Cohen multa e costringerlo a pagare Хамдани pagamento.

«Yisrael e-Yom»: Hania minaccia: ha aperto la porta dell’inferno

Il corrispondente di «Yisrael e-Yom» Daniel Сирьйоти scrive che il presidente dell’autorità palestinese Abu Mazen ha reagito alla dichiarazione di Trump, riconosciuto Gerusalemme capitale di Israele. Secondo Abu Mazen, a causa di questo «problema palestinese è in condizioni critiche». Egli ha anche sottolineato che «Gerusalemme è una città araba» e la dichiarazione di Trump non cambierà questo.

Il presidente del politburo di Hamas Ismail Haniyeh ha esortato i paesi arabi e l’intero mondo musulmano unirsi e parlare contro «criminale di soluzioni Trump». «La decisione degli americani ha aperto la porta dell’inferno», ha detto Haniyeh. Egli ha anche invitato Abu Mazen di interrompere la collaborazione con il presidente traditore.

«Maariv e-Шавуа»: il Capo del governo Britannico Theresa May: la città deve essere la capitale di due stati

Il corrispondente di «Maariv e-Шавуа» Haim Исрович scrive che la comunità internazionale ha espresso insoddisfazione per il fatto che Trump ha ammesso di Gerusalemme la capitale di Israele. Il capo del governo Britannico Theresa May, ha detto che ha intenzione di parlare con Trump per questo motivo. Secondo lei, lo status di Gerusalemme deve essere definito in un accordo di pace tra israeliani e palestinesi.

«Gerusalemme alla fine deve essere totale capitale di due stati», — ha detto May. Il segretario generale delle nazioni unite Antonio Гутерреш ha anche detto che non c’è alternativa soluzione secondo la formula dei due stati. Papa Francesco ha invitato a rispettare lo status quo in materia di Gerusalemme.

Dichiarazione di Trump sul riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele. Rassegna stampa di tel aviv. Giovedì 7 dicembre 07.12.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015