Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Die Welt: Perché il Cremlino trasforma i MEDIA stranieri in agenti?

Il conflitto tra Mosca e Washington intorno propaganda canale RT continua a guadagnare slancio: ora la Russia vuole obbligare i MEDIA stranieri di registrarsi come agenti stranieri, scrive mosca editorialista Die Welt Paolo Локшин.

Questa volta, nota giornalista, la Duma di stato ha superato se stessa. «Dal disegno di legge prima della legge sono passati solo pochi giorni, e tra il secondo e il terzo letture – solo un paio di ore», racconta Локшин, avendo in mente la legge sulle modifiche alla legge Federale «Sulla base delle informazioni…» e «media».

«Il risultato duma di maratona è stato l’inasprimento della legge «SUI MEDIA», che è stato criticato non solo da parte del governo FEDERALE, ma anche il Consiglio per i diritti umani presso il presidente della federazione RUSSA», si legge nell’articolo.

«Quali devastanti conseguenze può avere la nuova legge, ovviamente, sull’esempio della legge «Sulle organizzazioni non profit», che nel 2012 integrato innovazioni, secondo cui le ONLUS possono essere dichiarati agenti stranieri, trasformandosi in oggetti burocratici attacchi. Da allora l’esistenza di molte organizzazioni non governative è sotto minaccia, alcuni sono stati costretti a interrompere le loro attività», – ricorda Локшин.

«L’inasprimento della legge sulla MEDIA – piastrina di misura, rivolta contro gli stati UNITI. Russi canali di propaganda RT e Sputnik, che i servizi segreti americani ritengono sacramentali a pronto effetto per le elezioni presidenziali negli stati UNITI, devono essere registrati ora negli stati UNITI come Foreign agents. Offeso, il presidente Putin ha chiamato questa misura di Washington attacco alla libertà di parola, e il presidente della Duma, Vyacheslav Volodin ha promesso di «mirror risposta».

Russia parte anche accusa l’Occidente di propaganda, ma tra russi e americani, le leggi ci sono differenze, indica l’autore della pubblicazione.

«Così, american Foreign Agents Registration Act è stata approvata nel 1938 e inizialmente era diretto contro la propaganda nazista sul territorio degli stati UNITI. Secondo la legge, registrarsi e indicare le fonti di finanziamento devono in primo luogo attivi politicamente settore stranieri lobbisti, ad esempio, ricevono finanziamenti pubblici televisiva giapponese NHK e giornale cinese China Daily. Questo non influisce sul loro lavoro giornalistico», – osserva l’autore.

«Quello che Mosca pubblica per la risposta americani, infatti, riguarda (…) non solo operano in campo politico dell’organizzazione, ma anche i MEDIA stranieri, ricevono come pubblico e finanziamento privato. Non hanno nemmeno bisogno di essere orientati russa, il pubblico – teoricamente potrebbe essere locale edizione tedesca o rivista francese di calcio pro. È sufficiente avere un sito web a cui possono accedere dalla Russia», si legge nell’articolo.

In breve tempo si prevede la presenza nell’elenco del ministero della Giustizia, in cui saranno elencati i MEDIA, obbligati a passare attraverso la procedura di check – in «in linea con le esigenze del potere», riporta Die Welt.

Tra i possibili candidati figurano riceve il finanziamento da parte del Congresso degli stati UNITI Radio Liberty/Radio Free Europe, ufficiale americana radio Voice of America, e anche la BBC e la Deutsche Welle. Sono «offrono programmi e siti web in lingua russa, in materiali quali criticato la politica di Mosca», spiega il giornalista.

«Mirror risposta» può diventare «un affondo contro tutti i MEDIA, che fino ad ora non sono sotto il controllo del Cremlino, e non importa, americani o no», scrive Локшин.

Per la ONLUS, si tratta anche di soldi: «sono tenuti ogni anno, di svolgere verifiche e per conto proprio», si legge nell’articolo. «Il ministero della giustizia ogni sei mesi richiede dettagli riferire su attività svolte e ogni trimestre – su fondi spesi da fonti estere» – passa Локшин. Inoltre, una volta all’anno, i pubblici ministeri ha il diritto di verificare il funzionamento dell’organizzazione, che comporta la sospensione del suo lavoro.

L’analista di del Carnegie Center di mosca Andrej Kolesnikov teme spirale escalation tra Mosca e Washington, scrive in conclusione Локшин.

Inopressa.ru

Die Welt: Perché il Cremlino trasforma i MEDIA stranieri in agenti? 27.11.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015