Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Donald Trump: la guerra con la COREA del nord non è la nostra priorità

Il presidente degli stati UNITI, Donald Trump ha detto che l’azione militare contro la COREA del nord non sono la sua «prima scelta», e ha anche detto che ha tenuto un «sincero e molto efficaci» telefonate sul tema северокореского crisi con l’omologo cinese Xi Jinping.

Questo scrive il mercoledì, 6 settembre, l’agenzia di stampa Reuters.

«Il presidente Xi vuole fare qualcosa. Vediamo cosa si può fare. Non possiamo tollerare quello che sta succedendo oggi in Corea del Nord. Il presidente Xi completamente d’accordo con me», citato dall’agenzia parole Trump, pronunciate in un incontro a giornalisti alla casa Bianca.

In precedenza il mercoledì, si è appreso che l’esercito cinese si prepara ad un «attacco» di Pyongyang, che ha realizzato questa settimana i più potenti nella storia dei test nucleari e continua a destabilizzare la regione. Martedì scorso un battaglione di difesa ha tenuto gli insegnamenti nella zona del mar Bohai, il più profondo della baia del mar Giallo, che separa la Cina dalla penisola.

Ricordiamo che domenica scorsa le autorità della Corea del Nord ha annunciato di successo nei test della bomba all’idrogeno, che può essere incorporato nella testata di un nuovo missile balistico intercontinentale. Messaggio di sesto test nucleari è stato trasmesso in diretta tv di stato della COREA del nord, ha sottolineato che i test su un apposito sito di prova si sono svolte con successo e perdite di radiazioni non è stato.

Nikki Haley, rappresentante permanente degli stati UNITI alle nazioni unite, ha detto che l’irresponsabile azione di Pyongyang indicano che Kim Jong-un «vuole scatenare una guerra», e ha chiesto di applicare nei confronti del paese emarginato più efficaci misure diplomatiche.

«Basta tollerare. Gli stati UNITI non hanno cercato la guerra e non la vogliono. Ma la pazienza del nostro paese non è illimitata», cita l’edizione di parole di Hayley. Le hanno echeggiato diplomatici di Francia, gran Bretagna, Italia e altri paesi, che ha chiesto alla corea del nord delle autorità di porre fine a propulsione nucleare e prove, minacciando il regime di Pyongyang di nuove sanzioni.

«La COREA del nord è una … vera minaccia per la pace e la sicurezza del pianeta», – ha detto Sebastiano Cardi, rappresentante permanente d’Italia, che presiede il comitato per il rispetto delle sanzioni nei confronti della Corea del Nord. Egli ha sottolineato che la COREA del nord è l’unico paese che detiene un test nucleare nel XXI secolo

Le nuove sanzioni, la possibilità che esamina oggi le nazioni unite, possono includere il divieto di fornitura di tessile e le importazioni di petrolio, oltre a limitare il trasporto aereo e marittimo e la riduzione del flusso di forza lavoro dalla Corea del Nord.

Contro queste misure contestato il rappresentante Russo Vasily Sebenza, che ha sottolineato: questo tipo di misure escludono la possibilità di «colloqui costruttivi» con la Corea del Nord, che, a suo parere, è l’unico modo per risolvere la crisi.

La russia e la Cina hanno proposto un percorso diverso: la Corea del Nord sospende nucleari e missilistici di sviluppo, e stati UNITI e Corea del sud – esercitazioni militari congiunte, che Pyongyang considera come prova di invasione.

Donald Trump: la guerra con la COREA del nord non è la nostra priorità 07.09.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015