Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Dopo 70 anni dopo la scomparsa: la Svezia è in grado di riconoscere la morte di Raoul Wallenberg

Gestione fiscale Svezia è in grado di riconoscere i morti giusti del mondo di Raoul Wallenberg, un destino che è già 70 anni rimane sconosciuto e che quest’anno avrebbe compiuto 104 anni.

Wallenberg, che teneva alla fine della Seconda guerra mondiale post di primo segretario ambasciata svedese a Budapest, ha salvato dai nazisti decine di migliaia di ebrei, dando loro la svedese di passaporto.

È noto che, dopo l’occupazione di Budapest truppe sovietiche Wallenberg è stato arrestato NKVD per sospetto di spionaggio e inviato a Mosca, dove è rinchiuso nel Lubyanskaya carcere. Da Mosca Wallenberg non è più tornato. I dati precisi circa la conclusione e/o la morte di un diplomatico mancano ancora.

Le autorità russe hanno sostenuto che egli è stato eseguito nel mese di luglio del 1947, tuttavia, un certo numero di testimoni oculari, e rilevato di recente, documenti d’archivio, smentiscono questa versione. Secondo alcuni, Wallenberg era in prigione sovietica negli anni precedenti la ricostruzione.

Le autorità svedesi hanno ripetutamente cercato di capire il destino di Raoul Wallenberg, tuttavia, nessuna delle indagini non ha portato risultati.

La banca svedese SEB, che è il rappresentante della proprietà Wallenberg, ha chiesto all’agenzia delle entrate, Svezia dichiarare Wallenberg morto. La decisione in merito sarà presa entro i prossimi sei mesi.




Dopo 70 anni dopo la scomparsa: la Svezia è in grado di riconoscere la morte di Raoul Wallenberg 31.03.2016

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015