Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Dopo i colloqui tra Putin e Netanyahu delegazione di russi forze di sicurezza e diplomatici si recherà in Israele

Editorialista politico del 10 ° canale tv israeliana (14 ° tasto) Barack Равид informa che il 31 gennaio a Gerusalemme arriverà rappresentativo, la delegazione russa guidata dal segretario del Consiglio di Sicurezza RUSSO Nikolai Патрушевым.

La delegazione sarà anche il vice ministro degli esteri Russo, il vice ministro della difesa, il vice ministro della giustizia, alti ufficiali dell’esercito russo e dei servizi segreti.

Secondo le informazioni pubblicate, si tratta di lavoro visita, durante la quale si intende discutere di questioni connesse con i temi che sono stati sollevati durante i colloqui del presidente Russo Vladimir Putin e il primo ministro Israeliano Benjamin Netanyahu, trascorsi 29 gennaio a Mosca.

Come hanno riferito i MEDIA, uno dei principali temi su questi negoziati è stata una discussione di misure per frenare l’espansione dell’Iran in Siria. Ma né il servizio stampa del Cremlino, né l’ufficio stampa del capo del governo israeliano non ha segnalato nessun dettaglio sui contenuti dell’incontro.

La radio «Can Bet» con riferimento alla loro fonte ha riferito che nel corso della conversazione, Benjamin Netanyahu, tra le altre cose ha informato di Putin con i dati dell’intelligence israeliana di costruire l’Iran sul territorio del Libano impianti per la produzione di missili e con la posizione di leadership israeliana su questo tema.

Successivamente il capo del governo in Facebook ha scritto: «Ho detto a Vladimir Putin, che Israele è preoccupato per gli ultimi due eventi: 1. I tentativi dell’Iran per la creazione di basi militari in Siria; 2. L’intenzione dell’Iran di produrre in Libano armi a guida di precisione per l’utilizzo contro lo stato di Israele». «Mi ha fatto capire che Israele non accetta nessuno di questi tentativi e agire, se necessario», ha scritto Netanyahu.

Svoltasi il 29 gennaio un incontro tra Putin e Netanyahu è diventato il settimo da settembre 2015, quando la Russia ha iniziato un’operazione militare in Siria, sostenendo che il regime di Bashar Assad e arroccata sulle basi militari in Хмеймиме e Tartus.

I MEDIA hanno riferito che poco prima di un incontro con Netanyahu Putin ha parlato al telefono con il presidente Siriano Bashar al-Assad. Il giornale libanese «Inferno-Diar», ha scritto che Assad avrebbe detto Putin, che lui non è più tollerare attacchi israeliani sulla siriani, gli oggetti e gli ho chiesto di vendere missili anti-sistema di missili s-400. In un’altra pubblicazione della stessa edizione si è sostenuto che in una conversazione telefonica con Putin, il presidente siriano ha minacciato di infliggere il colpo di razzo su israele aeroporto Ben Gurion. Conferme ufficiali, che una simile conversazione ha avuto luogo, da Mosca o di Damasco non è arrivato.

Un incontro tra Putin e Netanyahu a Mosca si è svolta il giorno, quando ha dato il via a Sochi «il congresso nazionale del dialogo» per risolvere la crisi in Siria. Il servizio stampa del Cremlino ha dichiarato che Putin non ha intenzione di partecipare personalmente a questo forum.

— Discutere nella pagina di blog.libero.co.il a Facebook

Dopo i colloqui tra Putin e Netanyahu delegazione di russi forze di sicurezza e diplomatici si recherà in Israele 31.01.2018

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015