Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Il cremlino indignato: non ci sono prove che il virus NotPetya opera dei russi

Le accuse che la Russia è coinvolta migliorato con l’uso di virus NotPetya, sono hanno e infondate. Su questo ha detto giovedi, 15 febbraio, il portavoce del presidente Russo Dmitry Sabbie, riferisce l’agenzia di stampa RIA novosti.

«Noi rifiutiamo categoricamente le accuse simili, crediamo che loro hanno, infondate. Non è altro che il sequel non è basata su alcuna prova russofoba campagna» porta la stampa russa risposta Pieskowa.

In precedenza, in questo giorno, il vice capo del ministero degli esteri Britannico Tariq Ahmad ha detto che le autorità russe coinvolti migliorato, in cui è stato utilizzato il virus NotPetya.

«Il governo britannico ritiene che le autorità russe, in particolare, i militari russi, sono stati responsabili di distruttivo attacco con l’aiuto di virus NotPetya nel mese di giugno del 2017. Incauto applicazione virus violato il lavoro di organizzazioni in tutta Europa ed è costato centinaia di milioni di sterline… chiediamo alla Russia di diventare un membro responsabile della comunità internazionale», ha detto Ahmad, il testo del discorso che ha pubblicato l’edizione «il Giornale.Roux».

Ricordiamo che questo virus ha colpito gli utenti in diversi paesi, causando il più grande danno per gli ucraini. Attacco subito IT-sistemi di petrolio, dell’energia, delle telecomunicazioni, aziende farmaceutiche, ma anche di enti pubblici.

Il cremlino indignato: non ci sono prove che il virus NotPetya opera dei russi 15.02.2018

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015