Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

«Il fratello di Obama»: Fidel Castro ha detto che non ha bisogno di «miseria dell’impero»

Una settimana dopo la storica visita a Cuba del presidente degli stati UNITI, Fidel Castro, il leggendario capo della rivoluzione cubana, ora отошедший dagli affari e передавший le redini del potere al fratello Raul, si fece beffe di Barack Obama, in corso di stampa.

In un articolo intitolato «il Fratello di Obama», pubblicato lunedì, 28 marzo, cubana dal quotidiano Granma, di 89 anni, Castro, ha affermato che l’Isola di libertà, non ha bisogno di «miseria dell’impero».

L’ex-dittatore ha ricordato che durante la visita di Obama ha esortato i cubani «dimenticare il passato» e iniziare a costruire insieme il futuro», come amici e vicini di casa». Ma Castro non ha intenzione di dimenticare nulla e non ha intenzione di perdonare stati UNITI d’america «crudele blocco», la missione è durato circa sessant’anni.

«Si presume che tutti i cubani avranno un infarto dalla felicità, udendo queste parole. Ma non nutrite illusioni – il popolo di Cuba non si arrende e non si arrenderà, di gloria, di diritti e di valori spirituali, che egli trovò, sviluppando la sua scienza e cultura», afferma Fidel Castro.

Ha elencato tutti i «crimini» commessi dagli americani nei confronti del suo popolo, e ha accusato il governo degli stati UNITI in piena fraintendimento della realtà dell’Isola, la Libertà e la mentalità dei suoi cittadini, pronti a combattere i nemici della rivoluzione fino all’ultima goccia di sangue. Tuttavia, Castro ancora ha sottolineato «natural-mente» di Obama e le buone maniere, che lo ha dimostrato – nonostante la «umili origini».

«Siamo in grado di fornire a tutti attraverso il lavoro e l’intelligenza del nostro popolo. Non abbiamo bisogno di regali da impero. Le nostre azioni saranno legali – perché ci siamo impegnati per la causa della pace e della fratellanza di tutti gli uomini, che vivono su questo pianeta» – scrive in questo articolo, il leggendario «comandante».

Ricordiamo che all’inizio di questo mese, il presidente degli stati UNITI ha visitato l’Avana ufficiale di due giorni in visita per la prima volta negli ultimi 88 anni. Le parti non hanno concluso alcun storici accordi, ma Obama, tuttavia, ha annunciato che la sua visita «, ha sepolto l’eredità della guerra fredda» e ora nelle relazioni tra i due paesi è arrivato «un nuovo giorno». Egli ha anche promesso di togliere le sanzioni, precisando che questo rende il suo successore, specificando, tuttavia, i problemi dei diritti umani a Cuba. L’attuale leader Raul Castro, ha respinto le accuse e ha chiesto che gli stati UNITI restituire Guantanamo.

Durante la conferenza stampa di Obama e Raúl Castro a l’Avana si è verificato un difficile la situazione: il presidente degli stati UNITI ha cercato di dargli una pacca Castro sulla spalla, ma lo intercettato la sua mano, non consentendo così фамильярного gesto.




«Il fratello di Obama»: Fidel Castro ha detto che non ha bisogno di «miseria dell’impero» 28.03.2016

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015