Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

La corte ha dichiarato: «il ragioniere di Auschwitz» si recherà in carcere per quattro anni

Corte d’appello nella città di Celle, la Bassa Sassonia, ha condannato a una pena detentiva di quattro anni dell’ex unter-ufficiale delle SS Oscar Gröning, 96 anni.

Questo scrive il mercoledì, 29 novembre, il giornale tedesco Die Zeit.

«Sulla base di una perizia corte d’appello ritiene che l’imputato è adatto per scontare la reclusione, nonostante la sua età» – conduce il verdetto della corte di notizie di agenzia «Interfax».

Per Gröning in carcere sono previste condizioni particolari, considerando la sua età, precisa il quotidiano citando fonti in tribunale.

Nel mese di agosto di quest’anno, esperto commissione medica ha riconosciuto valido ai отбыванию di reclusione di 96 anni, il «ragioniere di Auschwitz» – эсесовца Oscar Gröning, in relazione all’omicidio di 300.000 ebrei ungheresi, prigionieri di quel campo di sterminio, e condannato nel 2015 a quattro anni di reclusione.

Fino a quel momento Groening si trovava in libertà, perché il suo avvocato appello contro il verdetto della corte. Il ricorso è stato respinto in relazione con la conclusione di medicina, che sono giunti alla conclusione che lo stato di salute dell’ex nazista gli permette di essere in prigione.

L’avvocato Hans Холтерман, che rappresenta gli interessi dell’imputato, la pensa diversamente. Egli ha detto in un’intervista all’agenzia Reuters che il suo cliente non sopravvive in condizioni carcerarie, e protestato frase.

La linea di difesa dell’ex nazista si basava sul fatto che lui personalmente non ha ucciso gli ebrei e servito lì, dove il suo inviato. I pubblici ministeri hanno sostenuto che era parte di un nazista macchina di distruzione e deve scontare la pena.

Tuttavia, dopo aver letto la testimonianza di ex prigionieri di Auschwitz, Groening ha cambiato la sua posizione. Il suo avvocato ha letto una dichiarazione scritta, in cui ha ammesso che per la prima volta capito l’enormità dei loro atti.

«Non posso perdonare il perdono delle vittime, di perdonare me può solo l’Altissimo. Anni che ho trascorso in segno di diniego, il motivo per cui mi è difficile definire. Forse, il fatto è che mi è stato insegnato a obbedire agli ordini», ha 94 anni, l’imputato.

Secondo l’ex prigionieri del campo di sterminio e gli avvocati delle famiglie delle vittime, queste parole sono troppo tardi. Sono convinto che Groening deve sopportare la punizione per il suo coinvolgimento nella Shoah.

La corte ha dichiarato: «il ragioniere di Auschwitz» si recherà in carcere per quattro anni 30.11.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015