Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Le più grandi catene di cinema della Russia ha rifiutato dalla mostra «Matilde» – per motivi di sicurezza

Unita catena di cinema «Cinema — parco» e «la Formula del cinema» ha abbandonato il noleggio del film «Matilda» di Tony Insegnanti – a causa di minacce alla sicurezza.
Questo scrive il martedì, 12 settembre, l’agenzia di stampa RNS con riferimento a press-di servizio catene di cinema.

«Il rifiuto di proiezioni del film «Matilda» nei nostri cinema è una decisione forzata. Derivanti sullo sfondo degli ultimi eventi di risonanza intorno al film, forse, ha sollevato il suo potenziale commerciale, ma la sicurezza dei nostri spettatori per noi resta una priorità», – cita le parole della pubblicazione del Romanzo Линина, che dirige questa struttura.

Il sito del canale televisivo «Pioggia», ricorda che nella rete «Cinema parco» comprende 39 cinema in 23 città della Russia, tra cui Mosca, San Pietroburgo, Novosibirsk, Ekaterinburg e Nizhny Novgorod.

Sul sito della società «Cinema-parco», osserva che si è classificata al primo posto per numero di schermi (350 sale cinematografiche) e il totale incassi incassi.

«La formula del cinema» è anche una delle più grandi catene di sale cinematografiche in Russia. Esso comprende 35 cinema (264 sala) a Mosca, San Pietroburgo, Krasnodar, Ancona, Catania, Syktyvkar, Ryazan e Pescara.

Ricordiamo che in questo film racconta di un rapporto futuro imperatore Nicola II e la ballerina Matilde Кшесинской. Il ruolo del re ha adempiuto attore tedesco Lars Айдингер, Кшесинскую ha giocato attrice polacca Михалина Ольшанска. Il film è interpretato anche Ingeborga Dollari, Evgenij Mironov, Sergei Garmash, Danila Kozlovsky, Gregorio Добрыгин.

Il deputato della Duma di stato Natalia Poklonskaya per molti mesi conduce la lotta per il divieto del nastro, che, a suo parere, offende i sentimenti ortodossi e la memoria dell’ultimo imperatore russo, riconosciuto ROC santo.

Gli avversari di «Matilde» di organizzazione «stato Cristiano» minacciato di incendiare cinema dove sarà proiettato il film. Recentemente residente Ирбита Denis Murashov speronato in auto porta dall’cinema «Spazio» e gli ha dato fuoco, sostenendo le azioni di lotta contro l’acclamato film – anche se in «Spazio» proiezione di «Matilda» in arrivo non era previsto.

Nel mese di agosto a San Pietroburgo l’edificio in cui si trovano studio «Лендок» e ufficio studio «Rock» di Tony Insegnanti, lanciato bottiglie molotov. L’incendio, tuttavia, è riuscito a evitare.

Costantino Dobrynin ha suggerito che dietro l’attacco costano gli attivisti dell’organizzazione «Stato Cristiano – Santa Rus'», e ha inviato un reclamo a questa organizzazione il ministro degli affari interni della federazione RUSSA Vladimir Колокольцеву. La polizia ha iniziato l’incidente – secondo tentativo di incendio doloso è stato avviato un procedimento penale ai sensi della parte 2 dell’articolo 213 del codice PENALE («Teppismo»).

Anche l’Insegnante ha riferito che, nel suo indirizzo continuamente arrivano le minacce, che ha, in particolare, ha raccontato di servizio Russo della BBC. Il 12 agosto di fronte al «Лендока» avversari uscita di «Matilda» appeso uno striscione con il ritratto di Nicola II e la scritta «Per la fede, il re e la Patria! L’insegnante, giù le mani da zar».

Protezione Insegnanti in precedenza ha inviato una lettera al capo dell’FSB Aleksandr Bortnikov, con la richiesta di verificare Поклонскую sul possibile legame con i radicali, угрожавшими cinema a causa di «Matilda».

I, a sua очередль, accusato di incendio doloso stessi sostenitori del regista: «C’è un proverbio, che il più forte di tutti in caso di incendio urla piromane.

Le più grandi catene di cinema della Russia ha rifiutato dalla mostra «Matilde» – per motivi di sicurezza 12.09.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015