Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Netanyahu ha parlato all’assemblea generale dell’ONU: «la Luce d’Israele non si spegne»

Martedì, 19 settembre, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha parlato all’assemblea Generale delle nazioni unite. Il capo del governo ha parlato subito dopo il presidente Turco Recep Tayyip Erdogan, e ha completato la sessione mattutina dell’Assemblea.

Come previsto, la maggior parte del discorso del primo ministro è stata dedicata a iraniano tema. Egli ha ringraziato il presidente degli stati UNITI Donald Trump per il sostegno che gli stati UNITI stanno Israele in questa materia. «In precedenza, nel suo discorso, con questo podio è chiamato accordo di potenze con l’Iran vergognoso, e non posso non essere d’accordo con voi», — ha detto il capo del governo di Israele. Il primo ministro ha anche sottolineato: «Due anni fa ho spiegato, perché l’accordo con l’Iran non bloccare il percorso di questo paese alla bomba atomica, e in un certo senso, aprendo in questo modo, così come tutte le limitazioni indicate nel presente contratto, è limitato il periodo di validità». Netanyahu ha chiesto di cancellare l’accordo con l’Iran o apportare modifiche importanti.

Netanyahu si è rivolto ai leader del regime iraniano, ripetendo in inglese e in ebraico la frase «la Luce d’Israele non si spegne» (נצח ישראל לא ישקר). Dopo di che il capo del governo si è rivolto al popolo iraniano in lingua persiana e ha detto: «non Siete nemici di noi, si sono nostri amici».

Il capo del governo ha toccato situazione in Siria. «Non permetteremo che l’Iran stabilirsi in Siria – a terra, in aria e in mare. Non permetteremo che l’Iran creare un nuovo, антиизраильский fronte ai nostri confini settentrionali.
Il primo ministro ha citato l’incontro con il presidente Egiziano al-Fattah al-Sisi, tenutasi alla vigilia. «In opposizione iraniano minaccia non siamo soli. Spalla a spalla con noi sono quelli del mondo arabo, che condividono la nostra speranza per un futuro migliore».

Il capo del governo ha citato e la questione dei negoziati con l’ANP. «Israele fedele alla sua parola e memorizza il desiderio di pace con tutti i paesi vicini, tra cui con i palestinesi. Abbiamo parlato di questo alla vigilia con il presidente Trump. Apprezzo la sua volontà di agire in questa direzione. Sono convinto che insieme possiamo realizzare e implementare la possibilità di pace e di superare la minaccia iraniana».

Parlando della posizione di Israele sulla scena mondiale, Netanyahu ha sottolineato: «il Mondo sta guardando il rivoluzionario cambiamento di atteggiamento verso Israele. Molti paesi nel mondo hanno capito, quali possibilità ha di Israele nella lotta al terrorismo».

Netanyahu ha detto che grazie al lavoro dei servizi segreti israeliani impediti decine di attentati in tutto il mondo salvato la vita di centinaia di persone.

Benjamin Netanyahu ha detto che è diventato il primo nella storia di Israele il capo del governo, che ha visitato i paesi dell’America Latina. Egli ha aggiunto che è stato per cinque anni in sei continenti.

Benjamin Netanyahu ha criticato la politica delle nazioni unite e le istituzioni di questa organizzazione nei confronti di Israele. Secondo il primo ministro israeliano, le nazioni unite non hanno ancora capito che esiste il bianco e il nero. Il primo ministro Israeliano ha promesso di visitare l’Antartide, per scherzare, che i pinguini di riconoscere lo stato ebraico. Egli ha sottolineato: «è Scientificamente provato che i pinguini sono in grado di distinguere tra bianco e nero, a differenza di alcuni politici e personaggi pubblici. Ad esempio, a differenza di membri dell’organizzazione Internazionale della sanità, che invece di studiare i problemi attuali e le epidemie, di recente ha emesso una risoluzione di condanna di Israele».

Netanyahu ha ricordato le parole segretario generale delle nazioni unite che «la negazione del diritto di Israele ad esistere è l’antisemitismo». E ha sottolineato che fino all’ultimo momento «hub globale antisemitismo è stato proprio qui, presso le nazioni unite. Forse avrai bisogno di un altro paio di anni, ma sono sicuro che la causa di Israele con gli altri stati, si rifletterà sulla posizione delle nazioni unite».

Il discorso di Netanyahu è iniziato circa alle 22:00. In questo momento il dovere presidente della riunione è stato l’ambasciatore di Israele alle nazioni unite di danny Danon.

Per il presidente degli stati UNITI Donald Trump, anche parlando alla sessione del mattino, è stato il primo discorso dalla tribuna dell’Assemblea Generale. Anche la prima volta hanno partecipato a questo forum il presidente Francese, Emmanuel Macron, che ha avvertito che la politica di accordo nucleare con l’Iran, senza l’offerta di una soluzione alternativa, sarebbe un grosso errore.

Netanyahu ha parlato all’assemblea generale dell’ONU: «la Luce d’Israele non si spegne» 20.09.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015