Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Politica imposta all’importazione di migliaia di prodotti e la sofferenza africani clandestini. Rassegna stampa di tel aviv. Venerdì, 24 novembre

Al centro dell’attenzione di MEDIA israeliani venerdì, 24 novembre, le intenzioni del ministro delle finanze Moshe Кахлона annullare le tasse per l’importazione di merci che non sono prodotte in Israele, e il percorso di sofferenza africani clandestini, di ritorno da Israele in Africa.

«Yedioth Ahronoth»: Mutande senza vergogna

«Haaretz»: un Percorso di sofferenza di richiedenti asilo, di ritorno in Africa

«Yisrael e-Yom»: Così scenderà di migliaia di prodotti

«Maariv e-Шавуа»: Мандельблит contro i progetti di legge riguardanti il sistema di supervisione: violano la mia pace.

«Yedioth Ahronoth»: Mutande senza vergogna

Corrispondenti «Yedioth Ahronoth» Yuval Carney e Lior Эйлати scrivono che si sono rivolti a persone che in questa settimana, non nascondendo i loro volti e nomi, è stato rimproverato il presidente Реувена Rivlin.

Osserva che si tratta di normative e anche belle persone, che hanno una famiglia e, probabilmente, un buon lavoro. Ma quando si siedono al computer, tutto cambia. E sono pronti senza vergogna attaccare il presidente.

Corrispondenti chiesto, perché gli autori di tali commenti non si pentono e non hanno paura di cause legali. Così, uno dei commentatori ha confessato che ha pensato che la frase «Lasciate che il Signore toglierà vile Rivlin» aiuterà a ottenere un appuntamento con una ragazza.

«Haaretz»: un Percorso di sofferenza di richiedenti asilo, di ritorno in Africa

Corrispondenti «Haaretz» Hayarden Gli obiettivi di sviluppo sostenibile e Shai Silber pubblicano testimonianza di richiedenti asilo, di cui Israele ha mandato in Ruanda nell’ambito del programma «partenza Volontaria».

Nell’articolo si racconta di sofferenze, che sono in attesa di queste persone dopo la partenza: la rapina, il carcere, la violenza, la fame e la malattia. Essi sono anche a rischio di cadere nelle mani di «stato Islamico». Molti di loro si riversano in Europa. Per questo devono passare attraverso un lungo e pericoloso viaggio attraverso l’Uganda, Sud Sudan, Sudan, Libia e, infine, nuotare in mare in barca.

«Yisrael e-Yom»: Così scenderà di migliaia di prodotti

Il corrispondente di «Yisrael e-Yom» Eran Bar-Tal scrive che il ministro Moshe Kahlon ha riferito che ha annullato tutte le tasse per l’importazione di beni di consumo, che non sono prodotte in Israele o sono prodotte in piccole quantità.

Lo scopo di questo passaggio – portare ad una riduzione del costo elevato della vita, non infliggendo danni ai produttori locali. Tra i prodotti che rientrano nel prezzo, scarpe, cosmetici, mobili, elettrodomestici.

«Maariv e-Шавуа»: Мандельблит contro i progetti di legge riguardanti il sistema di supervisione: violano la mia pace.

Il corrispondente di «Maariv e-Шавуа» More Shimoni scrive che consulente legale del governo Авихай Мандельблит, intervenendo al convegno dell’università di Haifa e del Collegio degli avvocati, ha detto che il progetto di legge contro il sistema di supervisione suscitare in lui l’ansia.

Egli ritiene che l’adozione di queste leggi può danneggiare l’autorità della legge e l’interesse pubblico. Secondo Мандельблита, questo porterà anche ad un indebolimento della tutela dei diritti umani e gravi danni al meccanismo di protezione corretta gestione e prevenzione della corruzione nel governo.

Politica imposta all’importazione di migliaia di prodotti e la sofferenza africani clandestini. Rassegna stampa di tel aviv. Venerdì, 24 novembre 24.11.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015