Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Politici israeliani hanno onorato la memoria di Elie Wiesel nel suo paese – in Romania

Più di un migliaio di abitanti della città di Budapest, situato nel nord della Romania, hanno partecipato a manifestazioni dedicate alla memoria del loro connazionale, uno scrittore ebreo Elie Wiesel – giornalista e personaggio pubblico, premio Nobel per la pace.

Queste attività hanno organizzato internazionale ebraica progetto «Лимуд CSI» e «Marcia per la vita» con il sostegno di «Клеймс conference» e organizzazione sionista Mondiale (SAM).

L’ultimo e più eclatante l’evento è stata la marcia della memoria di Wiesel, che è passato sotto lo slogan «l’Antisemitismo conduce ad Auschwitz» e fu la risposta a antisemita dimostrazione negli stati UNITI e in Europa. Centinaia di persone hanno marciato dalla casa dove è nato e vissuto Wiesel, attraverso il centro Сигета alla stazione ferroviaria, dove nel maggio 1944, tutti gli ebrei della città, tra cui Wiesel, le sue sorelle e i loro genitori sono stati deportati in campo di sterminio di Auschwitz.

Alla marcia hanno partecipato e gli ospiti stranieri: il ministro israeliano per gli affari pensionati Gila Гамлиэль, il capo del partito», Yosh Атид» e deputato della Knesset Yair Lapid, il console onorario di Romania in Israele e medico personale di Netanyahu dottor Zevi Bercovich, presidente ЕНФ Dani Atar, il fondatore del progetto Limmud FSU Haim Чеслер, presidente esecutivo di «Клеймс Conference» Greg Schneider, capo della comunità ebraica di Romania dottor Орэль Weiner, il vice-presidente della corte Suprema di Israele Эльяким Rubinstein, il presidente del progetto Limmud FSU Matteo Bronfman, il rabbino Yitzhak Greenberg e direttore del Centro di studio del giudaismo memoria di Elie Wiesel quando la Boston university il professor Stephen Katz.

Si noti che nel destino di lingua russa per gli ebrei Elie Wiesel ha giocato un ruolo importante – ha prima di altri ha capito che i loro diritti in Unione Sovietica sono stati violati, e hanno bisogno di aiuto. Nel 1965 è andato in un viaggio in URSS, per ottenere informazioni affidabili sulla situazione di ebrei sovietici, e si è incontrato con migliaia di rappresentanti della comunità ebraica. Sotto l’impressione di quello che ha visto e sentito, ha scritto il libro «gli Ebrei del silenzio», in cui ha esortato la comunità internazionale ad aiutare gli ebrei dell’URSS nella loro lotta per il diritto di lasciare il paese.

Alla cerimonia di inaugurazione di una targa commemorativa segnaletica alla stazione Сигета è intervenuto il capo del partito», Yosh Атид» Yair Lapid. «Siamo qui per rendere omaggio Ali Визелю, caro a noi un uomo, di cui la memoria personale si è trasformata nella memoria collettiva di un intero popolo. Elie Wiesel è stato un caro amico di mio padre, l’ho conosciuto da bambino. Siamo qui per rendere omaggio all’uomo che ha dato un grande contributo alla conservazione della memoria della Shoah, e anche fatto molto per combattere l’antisemitismo e ha fatto un sacco di хорощего e utile per lo Stato di Israele», – ha detto il politico israeliano.

Lapid ha colpito e temi internazionali, tra cui la crescita dell’antisemitismo in tutto il mondo, e ha espresso la sua profonda delusione, come il presidente Trump reagisce nel suo paese.

«Io credo in quello che Trump è un sincero amico di Israele, ma devo ammettere che è deluso dalla sua risposta ai terribili manifestazioni di antisemitismo. Essi ci ricordano periodi più bui nella storia e ci riportano di nuovo in Europa 1930», – ha sottolineato Lapid.

«Purtroppo, abbiamo ancora bisogno di affrontare con l’odio di chi nega l’Olocausto, costanti manifestazioni di antisemitismo e altri pericoli, la fonte è radicata nell’ignoranza della gente, – ha detto il ministro Gila Гамлиэль. – Il dovere di continuare a combattere, che ha iniziato a Elie Wiesel – lotta con l’odio, il fanatismo e i demoni del passato».

«Oggi abbiamo compiuto preso un impegno davanti a uno dei più brillanti mentori del progetto Limmud FSU, Questi Визелем – ha detto Sandra Kang, co-fondatore di Limmud di FSU. – Abbiamo degnamente commemorato il più illustre abitante di questa città».

Il dottor Zevi Berkowitz ha annunciato in un evento di un messaggio del primo ministro israeliano. «Benjamin Netanyahu sempre sinceramente apprezzato e rispettato, Elie Wiesel, – ha detto Bercovich. – Il capo del governo spera che tali attività si svolgeranno ogni anno, per sottolineare l’importanza, al quale ha invitato Elie Wiesel – la tolleranza, la fratellanza, il dovere di ricordare e non dimenticare mai».

Politici israeliani hanno onorato la memoria di Elie Wiesel nel suo paese – in Romania 14.09.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015