Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Senato della Polonia ha approvato il divieto di collocazione «polacco campo della morte»

Nella notte di giovedì, 1 febbraio, il Senato (camera alta del parlamento), la Polonia ha adottato la legge sulla responsabilità penale per la propaganda dell’ideologia nazionalista ucraino, la negazione Volyn massacro e l’approvazione di complicità polacchi nazisti nel corso della Seconda guerra mondiale.

Si tratta di emendamenti alla legge sull’Istituto della memoria nazionale, secondo la quale, in particolare, l’uomo, in pubblico accusatore Polonia crimini commessi durante l’Olocausto, di favoreggiamento della Germania nazista, crimini di guerra o crimini contro l’umanità, può essere condannato a una pena detentiva di tre anni.

La legge vieta di utilizzare la frase «polacco campo della morte» per la descrizione dei campi di concentramento, esistenti sul territorio della Polonia occupata. Punizione saranno sottoposti e quelli che cercano di «consapevolmente sminuire la responsabilità veri responsabili di questi crimini».

Questa legge ha suscitato reazioni contrastanti in Israele. Nel giro di pochi giorni che hanno preceduto l’approvazione della legge Senato della Polonia, il suo contenuto è stato discusso israeliani e i polacchi, i politici. Dopo l’approvazione del Senato, la legge deve essere approvato dal presidente della Polonia.

L’adozione di questa legge ha suscitato la reazione stizzita da parte di molti politici israeliani, tra cui il primo ministro e il presidente del paese.

Storico israeliano Aaron Шнеер, dipendente dell’istituto Nazionale della memoria delle vittime del nazismo e degli eroi della resistenza «Yad vashem», ha commentato pubblicato il seguente commento: «Alla controversia sul set e titolo di campi, che si trovavano in Polonia durante l’occupazione tedesca. Indipendentemente dalla posizione: in Europa Occidentale, nei territori occupati dell’unione SOVIETICA – campo di concentramento e campi di sterminio erano tedeschi. Se vuoi, nazisti, in Транснистрии – rumeni, a Petrozavodsk e in Finlandia – finlandesi. Sono stati e ungheresi in Ungheria. E non c’era polacchi, lettoni, ucraini, russi nei campi di concentramento e campi di sterminio su occupata dai tedeschi territorio. Campo solo erano su di catturati dai tedeschi-la Germania paesi». «Nessuno nega la partecipazione degli коллаборантов e solo gli abitanti di alcuni paesi occupati in perfette massa, massacri e crimini contro gli ebrei. Tuttavia, bisogna essere precisi nelle definizioni. E guai a-politiche, non conoscendo la storia, speculano i fatti e provocano assurde discussioni politiche che portano ad incomprensioni, le controversie, i conflitti a livello internazionale. «Meglio» deve essere israeliano politici» – ha scritto Aron Шнеер.

In un’intervista con un giornalista NEWSru.co.il A. Шнеер ha spiegato che i polacchi potrebbero rivelarsi in cui le guardie del campo di concentramento, ma non c’era polacca servizio di vigilanza dei campi di concentramento nazisti. Egli ha anche sottolineato che per la stragrande maggioranza dei polacchi dal settembre del 1939 fino alla fine della guerra nel 1945 i tedeschi erano i nemici, e le autorità tedesche non si fidavano di polizia polacca.

Allo stesso tempo, la guida «Yad vashem», come la maggior parte dei politici israeliani, hanno denunciato l’adozione di Polonia emendamenti alla legge sull’Istituto della memoria nazionale.

— Discutere nella pagina di blog.libero.co.il a Facebook

Senato della Polonia ha approvato il divieto di collocazione «polacco campo della morte» 01.02.2018

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015