Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

Sondaggio: il numero di cittadini degli stati UNITI, che considerano l’antisemitismo «un grave problema» è aumentato drammaticamente

I risultati di un sondaggio condotto all’inizio di marzo sociologi Квиннипэкского university e pubblicato alla fine della scorsa settimana, indicano che il numero di americani che credono che l’antisemitismo «un grave problema» degli stati UNITI è salito al 49% il mese scorso fino al 70%.

Curioso che tale opinione è condivisa 87% dei sostenitori del partito Democratico e solo il 53% supportano i repubblicani.

L’indagine è stata condotta dopo che, nel giro di due mesi più di 120 ebrei interesse degli stati UNITI, inclusi gli uffici Антидифаамационной campionato e il cimitero ebraico, hanno subito minacce terroristiche e atti di vandalismo.

Gravi divergenze di opinione degli intervistati ha causato la questione di come valutare la reazione del presidente degli stati UNITI Donald Trump a queste sfide. È emerso che il 37% approvano le sue azioni, e il 38% non approvano. Nel primo gruppo la maggior parte (71%) costituiscono i repubblicani, nel secondo – democratici (66%).

Il 63% dei cittadini degli stati UNITI ritengono che l’aumento dell’odio e del pregiudizio razziale nel paese è associato con l’avvento al potere di Donald Trump, il 32% con loro non sono d’accordo.

Ricordiamo che il mese scorso, un giorno dopo, l ‘ 11 ebrei centri sociali in 10 stati degli stati uniti sono stati evacuati a causa anonimi messaggi di bombe, e in un cimitero ebraico a St. Louis ignoti vandali hanno profanato e distrutto oltre 100 lapidi, Donald Trump ha condannato l’antisemitismo.

Il 21 febbraio, in un’intervista al canale televisivo MSNBC, il presidente degli stati UNITI ha chiamato l’antisemitismo «un fenomeno», che «deve essere fermato». Questa dichiarazione è stata fatta presso il museo Nazionale di storia afro-americano e la cultura a Washington – sotto la pressione di stampa, come ricorda l’agenzia ebraica di notizie JTA.

Trump ha accompagnato sua figlia Ivanka-Yael Kushner, che il giorno prima ha detto da tutto il mondo sulla necessità di difendere ebrei istituzioni religiose e ha invitato a quella di suo padre.

In risposta alla domanda di un giornalista Craig Melvin, поинтересовавшегося, se questo significa la dichiarazione che l’antisemitismo condannato «una volta per tutte», Trump ha detto: «Certo, e lo farò ogni volta, quando ne ha la possibilità».

Più tardi Trump ha dato Melvin intervista, e in un’intervista con lui ha detto che la visita del suddetto museo, ancora una volta ricordava razziale confronto e la necessità di combattere «il fanatismo, l’intolleranza e l’odio in tutte le sue brutte manifestazioni», separatamente menzionando antisemita minacce e il lavoro che deve fare in questo campo.

Più tardi, nel corso di una conferenza stampa il presidente assediato giornalista, спросившего, se il governo intende in qualche modo combattere un’ondata di antisemitismo nel paese. Trump ha detto in risposta che non è mai stato antisemita e ha rifiutato di parlare con questo giornalista.

Sondaggio: il numero di cittadini degli stati UNITI, che considerano l’antisemitismo «un grave problema» è aumentato drammaticamente
12.03.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015