Notizie Israele oggi

ultime notizie da Israele in italiano

The Times: Putin prede i disordini in Medio Oriente

«La russia è sempre più un luogo in Medio Oriente e in Nord Africa, da quando ha iniziato a effettuare attacchi aerei nel cielo sopra la Siria due anni fa, – scrive l’editorialista del quotidiano britannico The Times Michael Burleigh. – E non si tratta solo di elicotteri da combattimento, aerei da combattimento, carri armati e подлодках». Come osserva il giornalista, «il presidente Putin e il suo ministro degli esteri Sergei Lavrov sono onnipresenti nella regione, ma, cosa più importante, la maggior parte del medio oriente governanti in Arabia Saudita, Israele, Iran e Egitto considerano Mosca come un giocatore che ha bisogno di consultare». Quali sono le intenzioni della Russia, e se Ovest preoccuparsi? – si chiede l’autore.

Secondo un nuovo rapporto del centro di analisi Rand Corporation (Santa Monica, California), la maggior parte di ciò che la Russia sta facendo in Medio Oriente, ha più obiettivi a breve termine, si legge nell’articolo. «Da quando il suo accesso al credito delle banche occidentali è stato limitato sanzioni, la Russia, il fondo di private equity sgonfia i soldi dei fondi sovrani dei cinque paesi membri del Consiglio di cooperazione degli stati arabi del golfo», scrive il Burley.

«La russia vorrebbe ottenere un pezzo da 200 miliardi di dollari, che, come previsto, saranno spesi per il ripristino della Siria. Questo spiega in parte perché lei дислоцировала lì ceceni sunniti, che parlano l’arabo, che hanno esperienza di quando adorabile recupero Formidabile, una città che Putin un tempo сровнял con la terra, – continua l’editorialista. – Anche la russia vorrebbe stabilizzare i prezzi del petrolio e la loro nuova crescita – ecco perché Putin è attenta ai саудитам». «Rosatom» vuole vendere reattori nucleari di petrolio della regione, che mira a diversificare le fonti di energia, mentre «Rosoboronexport» spera, utilizzando dimostrazione di armi nel contesto attuale in Siria (per gentile concessione pubblicizzati su YouTube), vendere relativamente economico armi, continua l’autore.

«Anche se la Russia è stata abbastanza saggia per non far mettere radici a Mosca grande attività di lobbying operazioni, che distorcono la politica americana nella regione, prima o poi dovrà prendere decisioni difficili mi dici di quello che lei sostiene, dice il giornalista. – Una politica di «minimax» – massimo opportunismo, insieme con perdite minime – può a questo punto cadere a pezzi, soprattutto quando non giustificato di interesse strategico, come il salvataggio di basi aeree e basi della MARINA, sulla costa del mediterraneo асадовской Siria».

Mentre Putin può essere un abile tattico, certo che lui è molto bravo stratega, soprattutto in una regione dove la gente un sacco di opzioni e tweaks, conclude il quotidiano.

Inopressa.ru

The Times: Putin prede i disordini in Medio Oriente 28.09.2017

Опубликовать в Google Plus
Опубликовать в LiveJournal
Опубликовать в Одноклассники
Latest news from Israel in english © 2010-2015